Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.cgillaziospi.it/home/modules/mod_za_trigger_menu/helper.php on line 79
Разработка платного шаблона Joomla

Il 18 dicembre scorso si è svolto l’incontro tra le confederazioni di Cgil Cisl e Uil, le federazioni dei pensionati Spi Cgil, FnP Cisl e UilP e i rappresentanti dei gruppi consiliari del Consiglio Regionale. L’oggetto del confronto, cui hanno partecipato i capigruppo Vincenzi, Bonafoni, Capriccioli, Cavallari, ha riguardato la proposta di legge sull’invecchiamento attivo, che raccoglie la proposta unitaria in tema delle categorie dei pensionati del Lazio.

“Tale proposta normativa – dicono i sindacati – è stata depositata il 6 agosto 2020 come proposta di legge n. 232 ed è firmata da tutti i gruppi presenti in Consiglio. Nelle scorse settimane si è sviluppato, inoltre, un costruttivo confronto anche con l’assessora alle Politiche sociali, Welfare ed Enti Locali, Alessandra Troncarelli che si è resa disponibile a sostenere il percorso della legge regionale”.

“Nel corso dell’incontro è stato espresso reciproco apprezzamento e soddisfazione per il risultato raggiunto, dovuto alla condivisione d’intenti tra parte politica e parti sindacali che hanno manifestato concretamente la necessità, non più rinviabile, di porre le persone anziane al centro dell’attenzione politica regionale non solo come categoria di persone da sostenere in quanto fragili ma anche e soprattutto come risorse sociali utili alla comunità”.

“Durante l’incontro, la parte politica ha assicurato di impegnarsi affinché la proposta di legge venga incardinata in una calendarizzazione a carattere prioritario al fine di velocizzare l’iter di approvazione. La legge promuoverà politiche attive per la promozione del benessere e dell’invecchiamento attivo delle persone anziane mediante la realizzazione di progetti e interventi mirati e diffusi su tutto il territorio. Nelle prossime settimane continueremo il nostro lavoro di informazione e discussione nei territori sui temi oggetto della proposta e vigileremo affinché il percorso condiviso si realizzi”.

21 dicembre 2020