Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.cgillaziospi.it/home/modules/mod_za_trigger_menu/helper.php on line 79
Разработка платного шаблона Joomla

In piazza del Campidoglio con CGIL, CISL e UIL per continuare la nostra battaglia *e per chiedere di passare dalle promesse ai fatti. *

E’ emergenza sociale nel Comune di Roma, infatti nel bilancio di previsione 2021 sono previsti tagli a capitoli di spesa importantissimi per il sostegno ai più fragili.

Parliamo di 43 milioni di euro che si traducono in due milioni di ore in meno di assistenza domiciliare, integrazione sociale e scolastica.

A rischio anche migliaia di posti di lavoro.

L’obiettivo che SPI CGIL, FNP CISL e UIL Pensionati si erano poste ai tavoli di confronto con l’assessora alle politiche sociali, era lo scorrimento e l’esaurimento delle liste d’attesa per il SAISA e SAISH, una proposta avanzata al Comune di Roma in questi mesi, per la quale si paventava nel 2021 quantomeno il superamento della spesa storica.

Il taglio di 43 milioni si tradurrà in liste d’attesa più lunghe e in negazione di servizi delicati, spesso vitali, per le persone. All’aumento della richiesta di assistenza, incredibilmente corrisponde la diminuzione delle risorse.

Mesi di solitudine e di difficoltà per tanti anziani tuttora relegati in casa, lontani dalle famiglie per evitare rischi di contagio, non sono stati un motivo sufficiente per evitare tagli al bilancio dei municipi che erogano l’assistenza e oggi, dunque, verifichiamo che la Giunta Raggi opera una scelta politica precisa: lasciare ancora più sole le persone.

Il 27 gennaio, in piazza del Campidoglio, insieme ai Sindacati Confederali, le realtà delle Cooperative Sociali, il mondo dell’associazionismo, le famiglie e disabili cittadini, tante diverse realtà, hanno voluto manifestare e dichiarare la loro sofferenza e difficoltà crescente.

Non vogliamo rassicurazioni e promesse, vogliamo che il bilancio di previsione sia cambiato e integrato delle risorse necessarie per far fronte ai rischi e alle difficoltà che ancora si profilano all’orizzonte; vogliamo evitare altre morti, altre solitudini, tanta disperazione e prevenire ulteriori abbandoni.

144957351 2871291629775193 5797996043029600285 o